Dicembre 22, 2020

Le migliori serie tv del 2020 da vedere (durante le feste!)

Ci siamo, le festività sono alle porte, un altro lockdown anche, non ci resta che svagarci un po’ con qualche serie tv.
L’abbiamo detto diverse volte nel corso di quest’anno assurdo e a tratti surreale: le belle storie, almeno in parte, ci salveranno.
Non soltanto le serie tv, non fraintendeteci. Film, libri, musica, documentari: qualsiasi forma di racconto è preziosa oggi più che mai, per scappare dalla realtà rifugiandosi altrove, fosse anche solo per “viaggiare con la fantasia”, in tempi e posti lontani, diversi o simili ai nostri, dove trovare un po’ di riparo. Ognuno a modo proprio.
Eccole qui allora, partiamo dalle 5 serie tv più belle (secondo noi, ça va sans dire) del 2020, oltre ad altri titoli interessanti da recuperare nei prossimi giorni.
Come sempre, su TV Tips ci rivolgiamo a tutti e le serie di cui vi parleremo potete trovarle sulle diverse piattaforme streaming disponibili in Italia (qui una guida a tutte quelle a cui abbonarsi o iscriversi gratuitamente per qualche giorno).

Del resto l’abbiamo già detto tante volte, il nostro motto è uno e uno solo: divano, serie tv e rivoluzione (nel pieno rispetto dell’ennesimo DPCM).

high fidelity Hulu

High Fidelity – StarzPlay 

Arrivata in sordina su StarzPlay e cancellata (purtroppo) da Hulu dopo una sola stagione, la miniserie tratta dal romanzo di Nick Hornby e interpretata da Zoë Kravitz è senza ombra di dubbio una delle migliori trasposizioni libro-serie tv tra quelle più recenti. La Kravitz è irresistibile a dir poco nel ruolo di Rob, trentenne perennemente in bilico tra storie andate male, un amore impossibile, scelte spesso opinabili e vagante di musica.
Proprietaria di un negozio di dischi a Crown Heights (quartiere nel cuore della gentrification di Brooklyn), Rob vive di musica e non risparmierà preziosi consigli su come creare la playlist perfetta (tema in trending topic sui social network dopo la messa in onda della serie). La musica non è solo una colonna sonora ma una vera e propria scelta di vita, non soltanto di Rob, ma di tutti i personaggi che ruotano nel suo mondo (133 i brani proposti, li trovate tutti qui).
Dieci episodi da mezz’ora, che raccontano l’amore tra i Millenials, tra dischi e  una New York più hipster che mai. 

 

The Undoing – Sky Atlantic e NOW TV

Arriva in Italia l’8 gennaio 2020 una delle migliori serie tv di quest’anno con tutti gli episodi subito disponibili On Demand e in streaming – e in lineare ogni venerdì su Sky Atlantic.
The Undoing, con Nicole Kidman e Hugh Grant, è targata HBO e ha stregato i telespettatori d’America e Regno Unito, dove ha registrato numeri da record che hanno surclassato perfino la prima stagione de Il Trono di Spade.
Ambientata nell’esclusivo Upper East Side di Manhattan, la serie è un appassionante family drama con atmosfere da thriller psicologico che ha conquistato anche la critica internazionale: per il Guardian la serie è “assolutamente avvincente”, “bellissima” per Entertainment Weekly.
Creata da David E. Kelley e diretta dalla regista premio Oscar Susanne Bier, The UndoingLe verità non dette racconta di Grace Fraser (Kidman), una terapista newyorkese di successo, e di suo marito Jonathan Fraser (Grant), uno stimato oncologo. Grace e Jonathan vivono la vita che hanno sempre sognato, fino a quando un violento omicidio e delle inquietanti rivelazioni sconvolgeranno il loro destino e il peso di verità non dette creerà delle crepe profonde nella loro storia.
Se ne parlerà, noi vi avvisiamo già oggi: è uno dei migliori titoli che vedrete a inizio anno.

 

normale people starzplay

Normal People – StarzPlay

Quando nel 2018 uscì il romanzo Normal People, il secondo scritto da Sally Rooney dopo Conversation with Friends, in molti avrebbero scommesso che sarebbe diventato una serie tv: così è stato, scritta dalla stessa Rooney con Alice Birch, e diretta da Lenny Abrahamson e Hettie Macdonald.
Al centro della trama, la storia di Marianne e Connell durante gli anni del liceo e quelli successivi del college, tra tira e molla e incomprensioni e diversità sociali che complicano la loro relazione dal primo all’ultimo minuto. Marianne e Connell sono estremamente diversi ma al contempo simili sotto molti aspetti: nonostante lei sia ricca, intelligente e timida, è quella “strana” a scuola, mentre lui è brillante e popolare, seppur molto insicuro. Nei primi anni vivono a Sligo (Irlanda), lei con la madre e il fratello, Connell solo con la madre, che è la collaboratrice domestica della famiglia di Marianne, dettaglio che complica da subito la loro relazione. Durante l’università i ruoli però si invertono: Marianne diventa popolare, si circonda di amici e fidanzati, mentre Connell rimane un po’ nell’ombra, tra difficoltà economiche e borse di studio da rincorrere. Negli anni, i due si prendono e si lasciano diverse volte, nascondendo la loro relazione agli occhi indiscreti degli altri, un po’ per proteggerla e un po’ per vergogna, condividono momenti di grande sintonia ad altri di doloroso distacco, in un’altalena di emozioni a tratti romantica, a tratti disturbante. Si amano, si lasciano, si inseguono, spesso tacciono: Connell e Marianne sono in grado di parlare di argomenti filosofici per ore, ma non sono capaci di definire una volta per tutte la loro relazione, tra sbagli piccoli e grandi che siano, che il più delle volte li allontanano per gettarli nel dolore e nella nostalgia.
(Durante il primo lockdown li abbiamo intervistati, trovate qui l’articolo completo)

 

unorthodox Netflix

Unorthodox – Netflix

Unorthodox è una miniserie Netflix creata da Anna Winger e Alexa Karolinski e ispirata all’autobiografia di Deborah Feldman, Unorthodox: The Scandalous Rejection of My Hasidic Roots, che racconta la vita della scrittrice nel gruppo Hasidic Satmar a Williamsburg, comunità ortodossa estrema di New York, fino alla fuga a Berlino.
Unorthodox è rinascita.
Perché in mezzo a tanto dolore c’è anche tanto coraggio, quello di Esther “Esty” Shapiro, la protagonista. Il nome Esty è ispirata a Esti Weinstein, donna israeliana cresciuta nella comunità chassidica di Gur, morta suicida perché perseguitata da marito e famiglia, che aveva lasciato per rifarsi una vita. Unorthodox non ha paura di mettere in luce i limiti della comunità ortodossa protagonista. Lì dove il corpo femminile è sinonimo di mortificazione e controllo, dove non c’è democrazia, dove alle donne non è consentito studiare e lavorare, né parlare inglese, né utilizzare la tecnologia o cantare.
Una comunità chiusa e dispotica, dove i matrimoni combinati hanno la meglio sulle scelte individuali, dove l’amore non può esistere, e le donne sono viste soltanto come macchine per fare figli. Comunità che esistono tutt’oggi, e rimangono vive e impunite seppur non troppo distanti da quel futuro distopico immaginato in The Handmaid’s Tale.

Queen's gambit Netflix

 

Queen’s Gambit – Netflix

Sotto molti punti di vista, La Regina degli scacchi è LA serie del 2020, e di sicuro l’avrete già vista in tanti.
Questo (doveroso) consiglio è per chi se la fosse persa: è senza ombra di dubbio uno dei migliori titoli arrivati su Netflix di recente, tra serie più o meno riuscite rilasciate quest’anno. Al centro della storyline una giovane donna che cresce in un orfanotrofio del Kentucky negli anni Cinquanta, entra in contatto casualmente con gli scacchi e dimostra un talento fuori dal comune. Si farà strada in un mondo dominato dagli uomini, affrontando al contempo la dipendenza dai tranquillanti che lo stato somministrava ai bambini come sedativi. Una storia di riscatto e di rivincita interpretata da una sublime Anya Taylor-Joy, già interprete notevole in The Witch e in Split.
La serie dei record, qui vi raccontiamo perché.

 


Se siete arrivati a leggere fin qui, significa che siete veramente alla ricerca della serie da vedere nei prossimi giorni.
Non vi resta che fare due cose allora: la prima è scaricare (se non lo avete già fatto e state leggendo dal nostro sito) l’App gratuita di TV Tips per scoprire quale serie guardare in base ai vostri gusti, la seconda è… semplicemente continuare a leggere l’articolo!

Su Netflix, se non avete mai visto Peaky Blinders, è tempo di iniziarla e di innamorarvi di uno dei più bei personaggi sempre, Thomas Shelby (un inarrivabile Cillian Murphy). Creata da Steven Knight e ambientata a Birmingham dopo la prima guerra mondiale è una di quelle serie di cui non ne avrete mai abbastanza. Cinque stagioni da sei episodi l’una: il tempo c’è approfittatene.
Lo sappiamo, non è del 2020, ma è da vedere e prima che Netflix la tolga dal catalogo, approfittatene.

Su Prime Video tra le novità più interessanti di quest’anno, il remake di Utopia (celebre serie tv inglese ultra nerd del 2013) e la recente The Wilds, un teen drama (neanche troppo teen) che incontra il survival drama, con scelte narrative coraggiose e interessanti.

Apple TV, seppur con pochi titoli, ne vanta due molto interessanti: la comedy Trying e Little America. L’ultima racconta uno spaccato degli USA interessante, in uno scenario multiculturale. 

StarzPlay ha lanciato da poco PowerBook II: Ghost, sequel (e spinoff) della serie tv Power di 50Cent, disponibile interamente sulla piattaforma. Una” serie-passatempo” come ci piace definirla, molto “cafona” e piena di azione e musica rap.
Sempre su StarzPlay, da recuperare Vida, un gioiellino di cui si parla sempre troppo poco (la terza stagione è uscita proprio quest’anno). La storia ruota intorno a due sorelle che vivono in un quartiere di Los Angeles, nel pieno della gentrification. Le questioni messe in campo da Vida sono tante: dalla gentrificazione del quartiere, alle questioni identitarie, alla necessità di fare i conti con una propria eredità culturale per nulla semplice.

Se nel corso dell’anno vi siete persi su Sky e NOW TV, We Are Who We Are di Luca Guadagnino e la miniserie The Third Man con Jude Law, è tempo di iniziare il binge watching.

Su RaiPlay, due i titoli interessanti: Stalk e Pure (di quest’ultima vi parleremo nei prossimi giorni!)

Vi ricordiamo che nella Guida alle piattaforme di streaming trovate tutte le info su come abbonarvi o provare le free trial delle diverse piattaforme. 

Buona visione a tutti!

Seguici su

Articoli recenti

Quale serie TV guardo?

Scarica l'App dagli store online e scopri quale serie guardare