Aprile 24, 2020

Le serie tv da vedere nel weekend

L’emergenza Covid-19 continua a tenerci chiusi in casa e il tempo libero a disposizione aumenta. Tra yoga e aerobica,  libri, musica, ricette e telefonate ad amici e parenti, anche le serie tv, vogliono la loro parte.
Per tenerci compagnia, sono iniziate già da un po’ maratone televisive con canali a tema dedicate, e operazioni nostalgia, dalle repliche di The O.C. (in onda da ieri 23 aprile, su Italia1 con due episodi ogni sera) a quelle di House M.D. (dal 26 aprile, ogni domenica alle 21.15 su Sky Uno e in streaming su NOW TV).

Ma siccome a noi non piace essere troppo nostalgici quando si tratta di serie tv, visto che di titoli nuovi da vedere ce ne sono sempre parecchi, abbiamo selezionato alcune serie tv da vedere in questi giorni per non correre dietro a quelle già viste o a serie poco valide.

Come sempre, abbiamo selezionati titoli per tutti i target e per tutti i gusti, disponibili sulle diverse piattaforme di streaming, così non importa quale abbonamento abbiate, qualcosa da vedere potete sempre trovarlo!
Diavoli | Sky

Diavoli (Devils) – Sky Atlantic / NOW TV

Di Diavoli avevamo già parlato in un articolo alcuni giorni fa, poco prima del suo debutto su Sky.
Disponibile ogni martedì per gli abbonati Sky da più di 3 anni, e in onda ogni venerdì, la serie tv con la coppia Borghi-Dempsey, ambientata nel mondo della finanza, è perfetta per chi ama le storie alla Billions, tra complotti, tradimenti e sotterfugi di ogni genere.
Fatica un po’ a ingranare, ma già dal terzo episodio, la trama si sbriglia un po’ per fare chiarezza su ruoli e compiti dei diversi personaggi. La consigliamo in versione originale, per apprezzare al meglio la bravura di Alessandro Borghi.

Little America

Little America – Apple TV+

Little America racconta storie straordinarie, toccanti e con una valenza umana universale. È la perfetta rappresentazione di quello che stiamo realizzando con Apple TV+” ha dichiarato Zack Van Amburg, Head of Worldwide Video di Apple.
“Ogni episodio è incentrato su esperienze e Paesi diversi, e speriamo che possa interessare persone in ogni parte del mondo.

Di Little America parleremo più approfonditamente tra qualche giorno, perché è una serie tv che ci particolarmente colpito.
Intanto vi consigliamo di guardarla perché non rimarrete delusi: con delicatezza e intensità, racconta storie di immigrati negli Stati Uniti, spesso a lieto fine, toccanti e commoventi. Sono storie che infondono coraggio e speranza, forza e determinazione, esattamente quello che ci vuole in questo momento.

Tales from the Loop | Prime Video

Tales from the Loop – Prime Video

Ispirata agli affascinanti disegni dell’artista svedese Simon Stalenhag, paesaggi popolati da misteriosi robot ed enormi macchinari vestigia del passato, a volte in disuso o spenti, altre volte distrutti, altre ancora in funzione nessuno sa per cosa, Tales from the Loop brilla per l’impatto visivo impeccabile e una colonna sonora incredibile, con le musiche sono di Philip Glass e Paul Leonard-Morgan. Non è una serie semplice, né facile da seguire. Il suo più grande pregio è quello di portare lo spettatore a porsi delle domande che ruotano intorno a un concetto universale: gli esseri umani vivono in bilico fra un innato senso di solitudine e i legami emotivi e relazionali intrecciati nel corso della vita. Sono soli, anche quando non lo sono, e spesso incrociano le vite degli altri senza neanche rendersene conto.

Brews Brothers | Netflix

Brews Brothers – Netflix

Leggera, simpatica, poco impegnativa: la serie ideata da Greg Schaffer e scritta assieme al fratello Jeff Schaffer, con protagonisti Alan Aisenberg, Mike Castle, Carmen Flood e Marques Ray, avrebbe in partenza dei buoni presupposti per risultare uno show d’intrattenimento e svago interessante, con la strana coppia di fratelli che cerca di gestire con trovate sui generis un birrificio, unendo la birra ad un taglio narrativo comico e ad una costruzione fatta su episodi dinamici e di breve durata. Nulla di eclatante, come del resto la maggior parte dei prodotti Netflix di questo periodo, eccezion fatta per Unorthodox,e Tiger King (se non le avete ancora viste, vi suggeriamo caldamente di recuperarle!).

The Girlfriend Experience | Starz

The Girlfriend Experience

The Girlfriend Experience di Starz Play è una serie antologica basata sul film omonimo del 2009 co-scritto e diretto da Steven Soderbergh, qui coinvolto come produttore esecutivo. La serie, vietata ai minori di 18 anni, è piuttosto esplicita, con scene molto “hot” e che non la lasciano a dire. Il mondo è quello delle escort di lusso, invischiate spesso in intrighi politici e professionali. La mano di Soderbergh c’è e si vede e nonostante il livello non sia altissimo, soprattuto la prima stagione (sono tre stagioni antologiche, Ion ognuna una protagonista diversa) tiene per tutti e 13 gli episodi. La durata di ogni puntata è di circa 30 minuti e se siete alla ricerca di una serie un po’ fuori dagli schemi e ad alto contenuto erotico, beh, l’avete trovata.
Guidance | TIMVISION

Guidance

AwesomenessTV è una società americana di media e intrattenimento con sede a Los Angeles, attualmente è di proprietà e gestito da ViacomCBS Domestic Media Networks, una divisione di ViacomCBS. La società inizialmente si è concentrata sul video di Internet, principalmente per adolescenti e pre-adolescenti. TIMVISION ha in catalogo alcuni titoli per teenager, di alcuni vi avevamo già parlato qui. 
Guidance è un teendrama veloce e godibile: episodi da 20 minuti chetano via in un attimo, tra revenge poro, tecnologia e classici intrighi da liceo. Nel cast anche Michelle Trachtenberg, indimenticabile Georgina Sparks in Gossip Girl.

Seguici su

Articoli recenti

Quale serie TV guardo?

Scarica l'App dagli store online e scopri quale serie guardare