La ragazza dei Parioli: la produzione originale Crime+Investigation in esclusiva su Sky

Il racconto intimo e drammatico di Marianna, una teenager della zona chic della Capitale finita nel giro della prostituzione minorile.
Una nuova produzione originale Crime+Investigation, in prima tv martedì 23 e mercoledì 24 novembre alle 22.55.

Ph: Event Horizon per A+E Networks Italia

Su TV Tips abbiamo parlato spesso di docuserie (qualche esempio qui e qui), titoli spesso molto interessanti disponibili sulle diverse piattaforme streaming presenti in Italia.
Un prodotto televisivo ormai ben definito, eterogeneo e nella maggior parte dei casi con caratteristiche quasi cinematografiche.
La Ragazza dei Parioli, di cui vi parliamo oggi, non è propriamente una docuserie, quanto piuttosto un documentario, e rientra in quei titoli di inchiesta decisamente interessanti ai quali vogliamo dare maggior visibilità possibile.

La Ragazza dei Parioli è una nuova produzione originale Crime+Investigation, un racconto intimo e drammatico, disponibile in esclusiva sul canale 119 di Sky martedì 23 e mercoledì 24 novembre.
La serie, che racconta la storia di Marianna, una delle “baby squillo dei Parioli”, riporta inevitabilmente alla memoria a Baby, (s)fortunata serie tv italiana prodotta nel 2018 da Netflix e diretta da Andrea De Sica, Anna Negri e Letizia Lamartire.
Ecco, se vi interessa approfondire lo scandalo delle baby prostitute dei Parioli, dimenticate Baby una volta per tutte e dedicate invece un paio d’ore alla visione alla nuova produzione originale Crime+Investigation.

Sono passati otto anni dallo scandalo dei Parioli in cui due ragazzine minorenni venivano fatte prostituire per i clienti della “Roma bene”, e oggi, Marianna, una delle due ragazze coinvolte, ha deciso di raccontare la sua storia.
Non aspettatevi grandi risposte da questo documentario, perché in fondo non ne otterrete. La stessa Marianna confessa di non sapere perché decise di entrare in quel giro di prostituzione, se non per potersi comprare vestiti e sigarette e pagarsi i taxi per non prendere i mezzi pubblici a Roma.
Ma come in ogni storia difficile e controversa, c’è di più, molto di più, eppure neanche chi l’ha vissuta in prima persona, a distanza di anni, riesce a trovare la quadra o almeno una briciola di spiegazione.

Com’è potuto succedere che una ragazzina appartenente al quartiere più glamour della Capitale sia finita all’interno di un mercato pericolosissimo come quello della prostituzione minorile?

“Noi volevamo solo andare a Ponza e ci servivano dei soldi, volevamo fare le babysitter, navigando abbiamo trovato un sito che diceva come fare soldi facili…”.

Ecco come è iniziato l’incubo per Marianna.
Quando poi mia madre vedeva tutti i soldi che avevo le dicevo di stare tranquilla perché spacciavo cocaina…”. Una ragazzina persa in una situazione familiare difficile che trova  adulti pronti ad abusare di lei e a sfruttarla per il proprio tornaconto personale.

Event Horizon per A+E Networks Italia

Una storia iniziata quasi per gioco, finita in tragedia. Una storia impossible da lasciarsi alle spalle o da cancellare. Un dramma che per tutta la vita accompagnerà chi l’ha vissuto, senza fare sconti a nessuno.
Le due puntate di questo speciale ripercorrono le vicende, attraverso il punto di vista della ragazza, i suoi ricordi e la sua memoria. Accanto a lei, in questo viaggio introspettivo e doloroso, sua madre Sabrina (in carcere fino a giugno 2021 per l’accusa di sfruttamento) e sua nonna Sandra, che ancora oggi fatica a capire come una famiglia così unita e salda, sia potuta sprofondare in un baratro simile.

Due puntate molto scorrevoli e montate ad hoc, raccontano  questo incubo, ancora una volta senza fare nomi né mostrare volti: quel velo di omertà sulla vicenda rimane, ma il fatto che se ne parli più seriamente e non a mo’ di fiction (non ce ne vogliano i ragazzi di Baby) è già un punto di partenza, seppur otto anni dopo.
L’ambiente asettico in cui sono girate le interviste a Marianna e alla sua famiglia contribuisce alla sospensione del giudizio: Marianna vuole essere ascoltata, non giudicata, quello è già stato fatto in passato.
Chi ci troviamo di fronte oggi è una giovane donna uscita dalla comunità, che non si vergogna del suo passato, che vuole andare avanti nonostante i pregiudizi della gente. Una giovane donna a cui trema la voce quando racconta cosa succedeva in quell’appartamento dei Parioli adibito a pied-à-terre per gli incontri sessuali, col materasso per terra e l’odore delle sigarette fumate durante le interminabili attese.
Si perde in lunghe pause quando le viene chiesto di esprimere un sentimento riguardo a ciò che racconta, perché Marianna lo sa che ci vorrà ancora molto tempo: è consapevole che una scelta presa senza pensare alle conseguenze porta con sé un peso difficile da mandare giù.

La Ragazza dei Parioli, su Crime+Investigation (canale 119 di Sky), in prima tv martedì 23 e mercoledì 24 novembre alle 22.55.

SE SIETE ALLA RICERCA DI SERIE TV DA VEDERE, SCARICATE L’APP GRATUITA DI TV TIPS DISPONIBILE PER IOS E ANDROID.
SOLO TV TIPS VI SUGGERISCE SERIE TV DA VEDERE PERFETTE PER I VOSTRI GUSTI, PER NON SCROLLARE ALL’INFINITO I CATALOGHI DELLE PIATTAFORME DI STREAMING QUANDO NON SAPETE CHE SERIE TV INIZIARE.