Succession stagione 3: quando HBO è sinonimo di qualità

Torna l’acclamata serie tv targata HBO: Succession stagione 3 dal 29 novembre alle 21.15 su Sky Atlantic, on demand su Sky e in streaming su NOW.
Una stagione ricca di colpi di scena, imperdibili new entry e nuove rivelazioni sulla famiglia Roy.
Ecco perché vederla.

Ph: courtesy of Sky

Il titolo di questo articolo non è esatto, avremmo dovuto scrivere che “HBO è sempre sinonimo di qualità, nel caso di Succession lo è ancora di più“, ma era troppo lungo, perciò abbiamo ritenuto opportuno specificarlo.
Premiata dalla critica e attesissima dal pubblico, la terza stagione di questa serie vi sorprenderà come i precedenti capitoli (se non l’avete ancora vista, correte a recuperarla ora!).

Succession è una serie creata da Jesse Armstrong, anche showrunner e produttore esecutivo con Adam McKay, Frank Rich, Kevin Messick, Jane Tranter, Mark Mylod, Tony Roche, Scott Ferguson, Jon Brown e Will Ferrell.

I Roy sono tornati, più cinici, spietati e decisi a lottare che mai: la famiglia multimilionaria attraverso la quale Jesse Armstrong ha svelato la sete di potere e i meccanismi machiavellici che si celano dietro ai drammi e agli scandali legati alla successione al vertice di un impero dei media. Una famiglia implacabile, dove nessuno può fidarsi di nessuno, dove il detto “parenti serpenti” è più vivo che mai.

Succession 3 – Dove eravamo rimasti

Dopo l’imboscata tesagli dal figlio ribelle Kendall, ritroviamo Logan Roy in una posizione molto rischiosa. Mentre cerca in tutti i modi di rinsaldare gli equilibri politici e finanziari del suo impero, le tensioni aumentano e un’aspra battaglia all’interno delle mura aziendali minaccia di trasformarsi in una guerra civile familiare. Kendall, che nella scorsa stagione aveva sfidato apertamente il padre screditandolo pubblicamente, adesso è alla ricerca dell’appoggio dei fratelli e di chiunque altro possa aiutarlo a vincere. Dal canto suo, il padre è intenzionato a farla pagare cara, carissima, a quel figlio che ha osato mancargli di rispetto. I fratelli Shiv e Roman si ritrovano ora tra l’incudine e il martello: da che parte si schiereranno?

Succession 3 – Il cast incredibile della serie

Torna al completo il grande cast di questa serie già cult: Brian Cox nei panni dell’invincibile (per ora) capo famiglia Logan Roy, Jeremy Strong che interpreta il primogenito di Logan, Kendall, Sarah Snook è Shiv Roy, l’unica donna della famiglia, Kieran Culkin nei panni di Roman.
Alan Ruck è Connor Roy, Nicholas Braun nei panni del buon Greg Hirsch, Matthew Macfadyen è Tom Wambsgans, il fidanzato di Shiv, Peter Friedman interpreta Frank Vernon.

Photo: David M. Russell/HBO ©2020 HBO. All Rights Reserved

Le new entry della stagione 3

Nei nove episodi che compongono il terzo capitolo della serie, vedremo anche diversi nuovi ingressi ad arricchire un cast già di suo impareggiabile, come Alexander Skarsgård, Sanaa Lathan, Linda Emond, Jihae, Adrien Brody e Hope Davis.

Perché vedere Succession

Un cast impareggiabile, per l’appunto, il fiore all’occhiello di questo gioiello targato HBO.
Il trio Snook, Culkin e Strong vi sbalordirà ancora una volta, spalleggiato dai nuovi arrivi e dagli altri personaggi della serie, dove spiccano, anche in questa stagione – oltre ovviamente al capofamiglia Cox – Braun e Macfadyen.
Un cast coeso, sempre convincente, impareggiabile, dove ogni interprete riesce a dare il meglio di sé nella propria performance.
Se siete fan della serie, sapete già quanto questa meriti, e vogliamo rassicurarvi che la stagione 3 non vi deluderà.
Se siete dei neofiti e amate le saghe familiari alla Dirty Sexy Money e Here and Nowe i drama ricchi di intrighi come Hand of God, Succession fa al caso vostro.
Se la qualità HBO è per voi un dictat quando scegliete una serie, beh, siete di fronte a una delle migliori di questi anni, un vero capolavoro dal punto di vista di regia, cast e sceneggiatura.
I dialoghi sono indubbiamente l’asso nella manica di Succession: con alle spalle una sceneggiatura robusta e scritta in maniera impeccabile, i dialoghi sono verbosi e serrati, pieni di cinismo, ironia, non scevri da volgarità e battute sagaci, per nulla politicamente corretti e sempre molto attuali in quanto a riferimenti e allusioni.

Succession è una serie potente caratterizzata da personaggi incredibili, ossessionati dalla sete di successo, dal desiderio di rivalsa uno sull’altro: una continua lotta al potere, un’estenuante scalata sociale dove ogni Dama e ogni Re muove le sue pedine in un susseguirsi vorticoso di colpi di scena e rivelazioni scioccanti.
Una guerra spietata per salire al trono, per mettere mano sull’impero costruito da Roy nel corso degli anni. Fratelli contro sorelle, figli contro padri, tradimenti, vendette, ricatti: in Succession vale tutto e non si fanno sconti a nessuno
Una serie veramente imperdibile.

Ph: courtesy of Sky
SE SIETE ALLA RICERCA DI SERIE TV DA VEDERE, SCARICATE L’APP GRATUITA DI TV TIPS DISPONIBILE PER IOS E ANDROID.
SOLO TV TIPS VI SUGGERISCE SERIE TV DA VEDERE PERFETTE PER I VOSTRI GUSTI, PER NON SCROLLARE ALL’INFINITO I CATALOGHI DELLE PIATTAFORME DI STREAMING QUANDO NON SAPETE CHE SERIE TV INIZIARE.