Gennaio 26, 2021

Gen Z likes it so bad

Sexy, sfacciata, irriverente: la Generazione Z non ha peli sulla lingua e non la manda a dire.
I ragazzi e le ragazze della Gen Z amano le serie tv con personaggi fuori dalle righe, che non hanno paura di esporsi, far valere i propri diritti e trasgredire.
Villains romantici e protagonisti ostinati al centro di storie d’amore, sesso e formazione: transizione, inclusività e parità sono spesso le parole chiave che contraddistinguono la Gen Z più di qualsiasi altre generazione.

Sensibilizzare e divorare in binge watching: le loro serie tv preferite devono rispondere a questi due parametri.

Alcuni titoli vi stupiranno, altri di sicuro ve li sareste aspettati: ecco 20 serie tv amatissime dalla Generazione Z che spaziano dal romantic al teen drama, dallo syfy al crime, fino al medical.

Euphoria

Partiamo dal presupposto che Euphoria NON è una serie per tutti: non è una serie da guardare in famiglia, né un prodotto di cui godere per liberare la mente e alleggerirsi dopo una giornata pesante. Euphoria non è (almeno non soltanto) ciò che si vede dal pilot, è molto di più: è adatta a un pubblico 18-40 se proprio dobbiamo trovargli un target specifico, nonostante a molti trentenni siamo convinti non piacerà. Soprattutto però, Euphoria è una serie che piacerà a quanti sono disposti a guardare oltre il concetto standard di adolescenza, sessualità e relazioni affettive come eravamo abituati a vederle fino a qualche anno fa. Il termine più adatto per descrivere la serie prodotta da Drake è “fluida”, sotto tutti i punti di vista. Un drama fluido, che non ha timore di mostrare il pene circa ottanta volte in 8 episodi, non ha paura di parlare di BDSM, di complicate relazioni nate online, revenge porn e droga, sì anche di droga, ma credeteci, sarà l’ultimo dei vostri problemi. In molte recensioni infatti, la serie è ridotta a descrizioni del tipo ”adolescenti che hanno a che fare con i problemi di tutti i giorni, tra sesso, droga e problemi familiari”: ecco, raccontata così, potremmo sembrare di The O.C., Gossip Girl, 90210, e via dicendo. Ma appunto, questa non è Euphoria. Perché sì, Zendaya interpreta una giovane adolescente con problemi di droga, ma il suo personaggio è molto più di una ragazzina drogata in rehab: Rue è una sedicenne con gravi problemi psicologici e disturbi comportamentali che ricorre alle droghe per trovare un silenzio che non sia silenzio, ma quiete interiore, in un mondo che fa sempre più rumore.  La droga è un granello di sabbia in un mare di disagio per Rue e per il mondo che le gravita intorno. La droga è l’ultimo dei problemi per i “ragazzini” di Euphoria: abusi sessuali, violenza domestica, episodi di sottomissione, choking non consensuale, rapporti extraconiugali con minorenni, bullismo e isolamento. Questi e molti altri sono i motivi per cui probabilmente Euphoria farà paura, sopratutto a molti genitori che penseranno “ma mio figlio non è così”, mentre lo stesso figlio, nel frattempo, sarà in cameretta a inviare foto di nudo al suo partner virtuale del momento.

Euphoria racconta le vicende di un gruppo di liceali alle prime armi con droghe, sesso, identità, traumi, amore e amicizia

Seguici su

Quale serie tv guardo?
Scarica l'App gratuita

TV Tips è la prima App di recommendation per le serie tv, perfetta per chi tra i tanti titoli a disposizione in streaming non sa quale serie tv iniziare.

L’App è gratuita e disponibile per iOS e Android, semplice da usare e sempre aggiornata: suggerisce titoli tra oltre 800 serie tv sulla base dei gusti precisi dell'utente.

Articoli recenti

Le nostre Playlist

Quale serie TV guardo?

Scarica l'App dagli store online e scopri quale serie guardare