Perché vedere The White Lotus, dal 30 agosto su Sky e NOW

The White Lotus, in arrivo il 30 agosto su Sky e NOW (con doppio episodio settimanale), è una tagliente satira sociale firmata da Mike White, autore di “School of Rock”.
La serie antologica, targata HBO, è tra le migliori novità dell’estate.

Ph: courtesy of HBO & Sky

La trama di The White Lotus

Bianchi privilegiati e alto borghesi, ricchi sul conto in banca e poveri nell’animo. Una fetta di popolazione convinta che, con qualche banconota in più, tutto si possa risolvere e soprattutto comprare.
Persone incapaci di provare rispetto o empatia verso chi si spezza la schiena tutto il giorno, perché troppo abituati ad avere tutto ciò che vogliono in qualsiasi momento.
Uomini e donne capaci di compiere qualsiasi tipo di nefandezza, non importa a quale prezzo, se compiuta per un proprio ritorno personale.
Arroganti.
Insopportabili.
Fastidiosi.

Questi sono gli ospiti del The White Lotus, incantevole resort alle Hawaii, tra le più prestigiose strutture scelte dai ricchi di cui sopra, per trascorrere vacanze in totale relax, mentre i meno  fortunati e meno abbienti membri dello staff, si fanno in quattro per esaudire qualsiasi loro assurdo desiderio e rispondere a qualsiasi esigenza perché al The White Lotus più che altrove “il cliente ha sempre ragione”.

Perché vedere The White Lotus

The White Lotus, in arrivo il 30 agosto su Sky e NOW (con un doppio episodio settimanale) è una tagliente satira sociale firmata da Mike White, autore di School of Rock.
La serie antologica, targata HBO, è tra le migliori novità dell’estate ed è già stata rinnovata per una seconda stagione.
Un favoloso cast corale, pieno di volti noti del piccolo e grande schermo e guidato da Murray Bartlett (Looking) nei panni del manager del lussureggiante The White Lotus, è tra i punti di forza di questa tragicommedia in sei episodi “sull’orlo di una crisi di nervi”, caratterizzata da uno spiccato black humour e da una sceneggiatura arguta e impeccabile.
Un’ironia acuta insiste molto sui lati più oscuri e nascosti dei protagonisti e non si lascia sfuggire momenti di intensa ed esilarante critica sociale e culturale, che assieme alle performance dei protagonisti, è al centro di alcune delle più lusinghiere recensioni che la serie ha ricevuto oltreoceano.

Ph: courtesy of HBO & Sky

Nel corso degli ultimi episodi, la satira lascia maggior spazio a dinamiche sempre più dark che emergeranno di giorno in giorno.
The White Lotus rivela così segreti e verità degli ospiti del resort, viaggiatori dalle vite solo in apparenza perfette, dei cerimoniosi dipendenti e dell’idilliaco luogo di vacanza, con un mistero dietro l’angolo pronto a saltar fuori.

Non è tutto oro quello che luccica, nonostante la patina dorata che contraddistingue la fotografia della serie.
Ricchi e viziati, capaci di spingersi oltre qualsiasi limite della morale e della decenza: i protagonisti ricordano per certi versi i personaggi visti nelle recenti Big Little Lies e The Undoing e il ritratto che ne emerge, anche in questo caso, risulta credibile e parecchio vicino alla realtà.

The White Lotus e Nine Perfect Strangers

Il paragone con Nine Perfect Strangers, la serie di David E. Kelley targata Hulu e disponibile su Prime Video, è quasi inevitabile, per le similitudini che accomunano le due serie. Anche nel caso di Nine Perfect Strangers infatti, un gruppo di sconosciuti si ritrova in un centro benessere e meditazione in cerca di relax e rinascita, con segreti pronti a venire a galla.
Nonostante alcune somiglianze nella trama però, le due serie sono molto diverse, in particolare modo per il tono di voce con cui sono raccontate.

Se Nine Perfect Strangers indaga infatti nell’animo umano portando a galla drammi e traumi gradualmente e con molta delicatezza, creando un’inevitabile empatia con lo spettatore, The White Lotus, col suo cinismo estremo, mostra il lato più oscuro dei suoi personaggi velocemente e senza troppi fronzoli, prendendosi gioco di loro, attraverso situazioni a volte parossistiche ma per nulla improbabili, arrivando in alcuni casi a irritare lo spettatore.

Una serie tagliente, divertente e imperdibile, che offre interessanti spunti di riflessione sulle differenze culturali e sociali.

Ph: courtesy of HBO & Sky

Cast & Crew di The White Lotus

The White Lotus vede come produttori esecutivi lo stesso White insieme a David Bernad (Enlightened) e Nick Hall (We Are Who We Are).
Mark Kamine è co-produttore esecutivo.

Ecco invece tutti i personaggi e gli interpreti della serie antologica:

  • Armond (Murray Bartlett): lo stressatissimo manager del White Lotus, sempre pronto a rispondere alle richieste dei clienti e a trovare una soluzione col sorriso sulle labbra. Sobrio da 5 anni, ma non per molto.
  • Tanya McQuoid (Jennifer Coolidge): un’ospite del resort giunta fin lì dopo la morte della madre per spargerne le ceneri nell’oceano. Profondamente sola, si avvicina subito a
    Belinda, la direttrice del centro massaggi, ma anche a chiunque le dia un po’ di attenzione.
  • Nicole Mossbacher (Connie Britton): un’imprenditrice di successo nel campo della tecnologia, una top manager che ha lottato con le unghie e con i denti per arrivare dov’è.
    Moglie di Mark e madre di Olivia e Quinn, che tratta come fossero dei suoi dipendenti.
  • Rachel (Alexandra Daddario): una giornalista freelance in viaggio di nozze. Ha sposato Shane dopo pochi mesi di frequentazione, e non si può propriamente dire che i due si
    conoscano in maniera approfondita: sarà stata la mossa giusta?
  • Mark Mossbacher (Steve Zahn): il marito di Nicole, terrorizzato all’idea di avere un tumore ai testicoli e di fare la fine di suo padre, morto alla sua età attuale. Vorrebbe
    migliorare il rapporto con suo figlio, ma anche quello con sua moglie.
  • Belinda (Natasha Rothwell): la direttrice del centro massaggi che entra subito nelle grazie di Tanya.
  • Quinn Mossbacher (Fred Echinger): il figlio adolescente di Nicole e Mark. Inseparabile dal suo smartphone e dal suo tablet, a un certo punto si ritrova costretto a vivere nel mondo reale. Sua sorella e Paula lo considerano uno sfigato di prima categoria.
  • Shane Patton (Jake Lacy): il ricco e belloccio (ma anche viziato e arrogante) marito di Rachel, figlio di un imprenditore immobiliare. Fin dal suo arrivo al resort entra in conflitto con Armond a causa di un errore di prenotazione; la situazione degenera nel giro di poco.
  • Olivia Mossbacher (Sydney Sweeney): la figlia di Nicole e Mark. Studentessa universitaria e woke warrior.
  • Paula (Brittany O’Grady): la migliore amica di Olivia (con la quale c’è però una rivalità nascosta), in vacanza con lei.
Ph: courtesy of HBO & Sky

THE WHITE LOTUS – Dal 30 agosto alle 21.15 in prima visione su Sky Atlantic e in streaming su NOW.

SE SIETE ALLA RICERCA DI SERIE TV SIMILI A The White Lotus DA VEDERE, SCARICATE L’APP GRATUITA DI TV TIPS DISPONIBILE PER IOS E ANDROID.
SOLO TV TIPS VI SUGGERISCE SERIE TV DA VEDERE PERFETTE PER I VOSTRI GUSTI, PER NON SCROLLARE ALL’INFINITO I CATALOGHI DELLE PIATTAFORME DI STREAMING QUANDO NON SAPETE CHE SERIE TV INIZIARE.