Emily in Paris: la seconda stagione non convince quanto la prima

La seconda stagione di Emily in Paris arriva il 22 dicembre su Netflix con 10 episodi.
La prima stagione della serie tv con protagonista l’adorabile Lily Collins, nei panni di Emily, americana trapiantata a Parigi per un anno, nonostante non brillasse per originalità ci aveva comunque colpito positivamente, lo stesso non possiamo purtroppo dire della seconda.

La season 1 era stata criticata da molti poiché piena di stereotipi sull’America e la Francia, ma per noi si era rivelata un discreto guilty pleasure capace di farci ridere con la giovane Emily e goderci una meravigliosa e incantevole Parigi sullo sfondo.
A causa di un triangolo amoroso banale oltre misura e di una new entry il cui destino presenta da subito risvolti fin troppo prevedibili, la seconda stagione invece fatica a decollare e non convince.
I look quasi improbabili della Collins e le sue scelte lavorative improvvisate e superficiali la rendono quasi una caricatura, per nulla convincete e ai limiti del ridicolo in alcune scene.
La sceneggiatura piatta e priva di veri colpi di scena risulta noiosa e quasi sempre poco credibile.
Tutto è affrontato in maniera estremamente superficiale anche per una serie leggera e scacciapensieri come questa.
Parigi lascia (troppo) spazio all’amore, e il risultato è banale tanto quanto le frasi scritte sui famosi cioccolatini che si regalano a San Valentino.

Se cercate una serie leggera ma godibile, su questo genere vi consigliamo The Bold Type o Younger, decisamente più riuscite, divertenti e avvincenti della povera Emily.

 

SE SIETE ALLA RICERCA DI SERIE TV ".$series." "; ?>DA VEDERE, SCARICATE L’APP GRATUITA DI TV TIPS DISPONIBILE PER IOS E ANDROID.
SOLO TV TIPS VI SUGGERISCE SERIE TV DA VEDERE PERFETTE PER I VOSTRI GUSTI, PER NON SCROLLARE ALL’INFINITO I CATALOGHI DELLE PIATTAFORME DI STREAMING QUANDO NON SAPETE CHE SERIE TV INIZIARE.