Million Yen Women: imperdibile dorama giapponese su Netflix

million_yen_women
Million Yen Women

Shin Michima (Yojiro Noda) è uno scrittore trentenne sconosciuto al grande pubblico, che tenta inesorabilmente di scrivere il romanzo della svolta. Non ha amici, né una famiglia: cinque anni prima, suo padre Tatsuyuki Michima, ha compiuto un crimine efferato per cui è in attesa della pena di morte. Colta in flagrante la moglie in compagnia dell’amante, Tatsuyuki ha uccisi entrambi a pugnalate, per poi riversare la sua ira sul poliziotto accorso sulla scena del crimine, terza vittima di questo omicidio passionale.
La vita solitaria di Shin cambia all’improvviso quando cinque giovani donne, sconosciute tra loro, si presentano alla sua porta: hanno ricevuto un misterioso invito da parte di un uomo, che le ha convinte a trasferirsi a casa di Shin. Ogni mese, ognuna di loro, gli consegna un milione di yen in contanti. La vita con le cinque ragazze ingrana senza troppe difficoltà, scandita da regole severe: sono proibite domande, è vietato entrare nelle loro stanze e nessun atto che comprometta la loro privacy o libertà è minimamente accettato.
Shin, calatosi perfettamente nei panni di un moderno taikomochi, cucina per le ragazze, le intrattiene e compra loro un gattino da compagnia. Dal canto suo, Michima San, ottiene compagnia, affetto, l’ispirazione per completare il suo romanzo e una spinta in più per acquistare maggior sicurezza nei confronti del mondo esterno. L’omicidio di cui è stato artefice suo padre però, sembra non volergli mai dar tregua, non soltanto negli incubi che lo perseguitano, ma anche nella realtà.

Million Yen Women, è un dorama giapponese in piena regola: ben scritto, caratterizzato da fotografia e regia degne di nota, con un cast credibile e convincente.
La stagione è composta da 12 episodi della durata di 24 minuti circa, disponibili su Netflix, da divorare in binge watching, in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Ispirato a 100 man yen no Onna tachi, manga di Shunju Aono questo crime drama è disponibile già da qualche mese, grazie all’accordo stretto tra Netflix e TV Tokyo.

MILLION-YEN-WOMEN
Million Yen Women

Nell’arco dei 12 episodi, la scalata di Shin verso il successo come scrittore, procede parallelamente all’evolvere del suo rapporto con le cinque sconosciute, ed è proprio questa chiave mistery a tenere incollato lo spettatore alle puntate.
In ognuna di esse, si fa più chiara la storia delle singole protagoniste femminili.

Minami (Rila Fukushima) splendida escort di lusso, sensuale e cinica, adora il caffè e siede a tavola sempre nuda poiché odia sentire costrizioni sulla pelle.
Hitomi (Rena Matsui) ricca e acculturata, è figlia di uno storico romanziere giapponese, cresciuta tra libri e arte, è tra le più gentili del gruppo.
Miwako (Yuki Kobayashi), la più quieta ed educata delle cinque ragazze, è paziente e comprensiva, sposata con un uomo più anziano, in fin di vita da mesi.
Nanaka (Yuko Araki), la più bella, la più frou frou, è un’attrice di fama mondiale che ha preso un anno di pausa dai riflettori per concentrarsi su sé stessa, è frivola ma molto dolce.
Midori (Rena Takeda), l’unica minorenne del gruppo, ha un passato tormentato all’interno di un orfanotrofio, e nel presente è importuna da uno stalker che le chiede costantemente soldi, rendendola perennemente insicura e fragile.

Il rapporto tra le cinque giovani donne e Shin è la chiave di volta di questo dorama.
Girato per lo più tra le quattro mura domestiche della casa che li ospita, con poche scene in esterno, rivela poco e niente della città intorno, presumibilmente Tokyo.
Le scene chiave, quelle più importanti, si svolgono sempre in un interno, che sia la casa, il carcere in cui è rinchiuso Tatsuyuki o una libreria.
L’atmosfera è a tratti torbida, a tratti claustrofobica, ma è proprio questa la particolarità di Millior Yen Women: una realtà piccola, stretta, quasi soffocante, dove però i buoni sentimenti fanno timidamente capolino, decisi a prevalere su un mondo che di buono, sembra ormai avere ben poco.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>