Pachinko – La moglie coreana: amore, trionfo, destino e resilienza nella nuova serie di AppleTV+

“Pachinko – La moglie coreana”, composta da 8 episodi, debutta oggi, 25 marzo, con le prime 3 puntate, seguite da un nuovo episodio settimanale ogni venerdì.
Ideata da Soo Hugh, è basata sull’omonimo bestseller del New York Times.

Preparatevi perché Pachinko – La moglie coreana è senza ombra di dubbio uno dei titoli seriali più interessanti e particolari che vedrete quest’anno.
La serie è scritta e prodotta da Soo Hugh (The Terror, The Killing), e i produttori esecutivi sono Kogonada e Justin Chon, che hanno diretto quattro episodi ciascuno, con Kogonada alla regia del pilot.
Pachinko, basata sul best seller di Lee Min Jin sul The New York Times, vanta un cast di fama internazionale: la protagonista è l’attrice premio Oscar® Yuh-Jung Youn nel ruolo della vecchia Sunja, Lee Minho in quello di Hansu, Jin Ha in quello di Salomone e Minha Kim in quello dell’adolescente Sunja; Anna Sawai veste i panni di Naomi, Eunchae Jung quelli del giovane Kyunghee; Inji Jeong è Yangjin, Jimmi Simpson è Tom Andrews, Junwoo Han è Yoseb.

Ph: courtesy of AppleTV+

Perché vedere Pachinko – La moglie coreana

Pachinko non è una serie per tutti: se siete abituati a guardare la tv con un second screen tra le mani, per esempio, meglio che optiate per un titolo differente. Se Squid Game (che portiamo come esempio solo per la lingua coreana) vi ha infastiditi perché non in italiano, scegliete altro. Se cercate una serie scacciapensieri, non è questa.

Pachinko è una serie drammatica raccontata in tre lingue: coreano, giapponese e inglese.
Inizia con un amore proibito dal tono intimo, per poi trasformarsi in un’incredibile saga di portata epica che si muove tra Corea, Giappone e America, raccontando una storia indimenticabile di guerra e pace, amore e perdita, trionfo e resa dei conti.
Sono tutti temi universali quelli affrontati dalla serie, che non hanno tempo né spazio: la storia ricostruisce le speranze e i sogni di una famiglia di immigrati coreani, seguendone le vicende attraverso quattro generazioni.
Dalla Corea del Sud all’inizio del 1900, la saga è raccontata attraverso gli occhi della straordinaria matriarca Sunja, che trionfa contro ogni previsione e contrappone la sua storia a quella di suo nipote, Solomon, ambientata negli anni ’80.
Una storia di sopravvivenza, speranza, riscatto.

Dicono che ci sono quei progetti che arrivano e ti cambiano radicalmente, sia come regista, che come persona. Indubbiamente, ‘Pachinko’ è quel progetto per me“, ha detto Soo Hugh. “Non solo questa è la storia di miei antenati, è il mio tributo a loro, a tutti i Sunja sepolti nel profondo della storia della nostra famiglia. È stato un onore incredibile dare vita a questa serie con un cast e una troupe di persone dotate e appassionate“.

Raffinata, intensa, coinvolgente: la serie brilla per regia, sceneggiatura e performance attoriali e richiede concentrazione e un alto tasso di empatia.
Ve la consigliamo se siete appassionati di saghe familiari, drammi storici ed epopee corali e malinconiche.

SE SIETE ALLA RICERCA DI SERIE TV SIMILI A Pachinko DA VEDERE, SCARICATE L’APP GRATUITA DI TV TIPS DISPONIBILE PER IOS E ANDROID.
SOLO TV TIPS VI SUGGERISCE SERIE TV DA VEDERE PERFETTE PER I VOSTRI GUSTI, PER NON SCROLLARE ALL’INFINITO I CATALOGHI DELLE PIATTAFORME DI STREAMING QUANDO NON SAPETE CHE SERIE TV INIZIARE.