Marzo 6, 2020

The Last of Us: il videogioco diventa una serie tv

Dopo l’incredibile successo di pubblico e critica ottenuto con Chernobyl, Craig Mazin torna a collaborare con HBO per realizzare la serie tv tratta da The Last of Us, videogame che ha venduto più di 17 milioni di copie in tutto il mondo.
La serie sarà la prima produzione realizzata, fra gli altri, da Playstation Productions e vedrà come co-sceneggiatore e produttore esecutivo Neil Druckmann, il creatore del videogioco, dettaglio che ha alzato ancora di più l’hype dei fan di The Last of Us.

Riguardo la notizia Mazin ha dichiarato: “Neil Druckmann è senza dubbio il più raffinato narratore che lavora oggi nel mondo dei videogiochi e The Last of Us è il suo capolavoroAvere la possibilità di adattare quest’opera da togliere il fiato è un mio sogno da anni e sono onorato di farlo in collaborazione con lui”.

Il videogioco, uscito per la prima volta nel 2013, è stato sviluppato da Naughty Dog e pubblicato dalla Sony: il 29 maggio uscirà The Last of Us: Part II, il seguito ufficiale della prima parte: non è da escludere quindi che la serie si presterà a più stagioni.

L’idea per The Last of Us nacque durante una puntata della serie BBC Planet Earth, che mostrava una formica infettata da un Cordyceps: il fungo le infetta il cervello producendo escrescenze da esso. Il concetto che tale fungo potesse infettare anche gli esseri umani fu l’idea iniziale del gioco.

All’epoca dell’uscita, The Last Of Us in poco meno di un mese è riuscito a piazzare 3,4 milioni di copie in tutto il mondo, risultando il titolo PS3 che ha venduto di più nel 2013 ed è riuscito a restare primo nelle classifiche internazionali per tutto il mese di giugno e a restare nella top 10 fino a ottobre, garantendo un enorme successo e delle ottime vendite. Il titolo ha venduto 17 milioni di copie in tutto il mondo al giugno 2018.

Dal videogioco è nata anche The Last of Us: American Dreams, una produzione a fumetti interamente dedicata al mondo plasmato dal team di Naughty Dog.
La mini serie, composta da quattro volumi, risale al 2013 e ha visto al timone Neil Druckmann, mentre a dare forma a questo prequel, è stata la disegnatrice Faith Erin Hicks.
La serie a fumetti rappresenta a tutti gli effetti un prequel delle vicende narrate in Left Behind, contenuto aggiuntivo scaricabile da The Last of Us. Attraverso i suoi quattro volumi, quest’ultima accompagna il lettore in un viaggio che vede protagoniste le giovanissime Ellie e Riley.

Un mondo narrativo sconfinato insomma, quello del videogame di Druckmann, che con l’uscita del secondo capitolo e della serie tv, non farà altro che espandersi.

Seguici su

Articoli recenti

Quale serie TV guardo?

Scarica l'App dagli store online e scopri quale serie guardare